Posavec in prestito all’Hajduk. Brignoli o Audero i sostituti ?

posavec-hajduk-1

Palermo. L’U.S. Città di Palermo ha comunicato di aver ceduto al H.N.K. Hajduk Split il calciatore Josip Posavec. Il portiere croato si trasferisce con la formula del prestito con diritto di opzione e contropzione.
Siamo contenti della soluzione perchè siamo convinti che con la dovuta serenità presto potremo ritrovarci un grande portiere a disposizione che il gioco troppo difensivista di Tedino in molti casi lo ha messo in difficoltà perchè la presenza di tanti avversari in area, giocando con il 10-0-0, dopo un parata magari miracolosa rimandava il pallone sui piedi di un altro avversario ed era difficile, neanche se fossi stato Buffon, Yashin (fu Tanino Troja, anche lui “un pacco” l’unico giocatore italiano ad essere riuscito a segnare un goal al leggendario Yashin portiere della fortissima nazionale Sovietica tra gli anni 60 e 70), Zoff o Zamora (soprannominato El Divino), rimediare.
Personalmente in ritiro lo scorso anno avevo visto un grande portiere giovane ma già con una visione di gioco notevole , grande sicurezza fra i pali e movimenti che solo un grande portiere ha nel suo dna naturale.
Detto questo caro Josip , approfitta di questa occasione, fai un grande campionato e ti aspettiamo di nuovo presto a Palermo per far ricredere quelli che hanno avuto la faccia tosta di sostenere che La Gumina era “un pacco”, come pacco era Dybala, come pacco era Toni, come pacco era Barzagli, come pacco era Grosso, come pacco era Zaccardo, questi ultimi 3 con Darmian (pacco anche lui), diventati con la maglia rosanero Campioni del Mondo, come pacco era Amauri, come pacco era Sirigu, come pacchi erano e pure finiti Corini , Zauli, Liverani e Miccoli, come pacco era Kjær, come pacco era Josip Iličič, come pacco era Belotti …… per cui adesso sai che se sei stato definito qua a Palermo “un pacco” al 99 per cento non è improbabile che ti vedremo parare al Barcellona od al Real Madrid come ti auguriamo e ci auguriamo ma solo dopo avere difeso nuovamente la porta del Palermo con grande successo !
Quindi Arrivederci a presto !

 

brignoli-gol-di-testa


Intanto voci di mercato dicono che Alberto Brignoli dovrebbe essere il suo sostituto è un portiere classe 1991 di proprietà della Juventus, incolpevole dalla retrocessione in B con la maglia del Benevento (dove era in prestito) ma che ha avuto un momento di celebrità quando ha realizzato il gol contro il Milan che ha regalato al club sannita il primo storico punto in Serie A, un miracolo visto che l’allenatore era quel carneade De Zerbi responsabile della retrocessione del Palermo detentore del record di sconfitte consecutive che fortunatamente lui stesso ha tolto al Palermo e regalandolo proprio al Benevento è stato intervistato da Il Giornale di Sicilia in merito a questa voce di mercato che riguarda il club rosanero. Queste le sue dichiarazioni sull’interessamento del Palermo nei suoi confronti e la eventualità di vestire la maglia rosanero.
“So del loro interesse e mi fa veramente piacere essere accostato al Palermo. Però al momento la trattativa la stanno facendo direttamente con la Juventus e di fatto so poco. Di sicuro posso dire che essere cercato da una società come il Palermo è una cosa bella per me. Tornare in Serie B non sarebbe assolutamente un passo indietro, ci mancherebbe. Non avrei alcun problema a trasferirmi a Palermo, anzi. So che, al di là della Serie B, andrei a giocare in una piazza importantissima e con ambizioni. Non posso affatto considerarlo un problema, poter giocare in rosanero sarebbe solo uno stimolo“.

 

audero-emil

 

Ma Zamparini ha anche molta stima per un altro giovane portiere, Audero sempre della Juve e che è stato a tutti gli effetti considerato l’erede di Gianluigi Buffon in maglia bianconera. In estate, con la partenza di Storari e l’arrivo di Neto, l’ad Beppe Marotta ha scelto di inserire Audero nel giro della prima squadra mettendolo anche all’interno della lista Champions come terzo portiere in quanto cresciuto nel vivaio.
Due profili di casa Juve interessanti e che potrebbero a Palermo trovare la definitiva consacrazione.