Frosinone. Le minacce Di Stirpe :”Se dovessimo retrocedere in B non farò più il Presidente !”

stirpe

Sentite qual’è l’attaccamento al Frosinone del suo Presidente, Maurizio Stirpe,  dopo aver perso il ricorso ed ora travolto dall’opinione pubblica e social e media liberi che chiedono giustizia per il Palermo e la punizione di tutti quelli che hanno barato per raggiungere un risultato ai danni dell’altro con la frode, la slealtà, l’inganno, atti illeciti ed illegali ed che ha ancora un contenzioso aperto con il Palermo e la giustizia sportiva così ecco la sparata che chiediamo a tutti “Si può interpretare come un messaggio sublimale ai poteri forti che finora lo hanno protetto ? “ durante la presentazione della campagna abbonamenti per la nuova stagione, ha usato parole chiarissime in merito alla forte volontà della società ciociara di restare nella massima serie e permetteci una considerazione visto quel che hanno fatto nella finale playoff a Frosinone sappiamo adesso che è una squadra modello, ma non, come hanno magnificato il presidente del Coni e del consiglio Renzi, in quanto “virtuosa”, ma in linea con chi crede che pur di vincere non contano le regole e le leggi e pur di vincere alla fine l’importante è solo riuscirci anche con mezzi illeciti, slealtà, frode sportiva, tentato illecito sportivo, collusioni con il mondo arbitrale (oggi parlando con un arbitro federale di cui non faccio il nome mi ha detto che era disgustato per come avesse falsato il referto sulla partita l’arbitro, si fa per dire, La Penna dopo avere diretto la partita in maniera evidentemente faziosa verso i padroni di casa e trovando inqualificabile avere mentito sulla fine della partita visto che lo hanno visto tutti che lui non ha mai fischiato la fine dell’incontro e per come poi abbia tentato di coprire dando una interpreatazione dicamo fantasiosa per evitare gli effetti della chiara invasione di campo e della rilevanza dei lanci di palloni appena il Palermo attaccava per interrompere l’attacco e riposizionarsi  bene in difesa) tutti questi atteggiamenti antisportivi sono solo regole che valgono per gli altri in caso contrario non gli piace più e se ne va … come dire cari vertici della Figc e giudici federali … guai a voi se ci toccate !!!!
«Non sono più disposto a fare il presidente in caso di Serie B – ha detto Stirpe – dunque se dovessimo retrocedere bisognerà trovare un altro presidente. Questo per far comprendere quanto tengo alla salvezza».

Ripetiamo ancora “Cosa vuole essere un messaggio a chi dovrà decidere per “consigliarli” di non dare come prevede la legge ordinaria e sportiva , visto come sono andate le cose , la vittoria a tavolino al Palermo per 0-3 e rimettere tutto a posto e restituire alla parola giustizia, come l’hanno fatta diventare, la G maiuscola iniziale …Giustizia !?”.

Lo ripetiamo nel ricorso perso dal Frosinone arrogantemente presentato dai ciociari, presi probabilmente da un delirio di onnipotenza , dopo l’esito al reclamo del Palermo a parte l’imprevista, dai molti corvi e Stirpe stesso che oggi manda messaggini criptati con le sue dichiarazioni, apertura di nuove indagini sulla vicenda del comportamento antisportivo del lancio dei palloni che se lo riconoscono ripetiamo è 0-3 a tavolino automatico …ma fatto clamoroso è che gli sono state aggravate le pene visto che come si legge nel dispositivo sono stati messi in atto comportamenti antisportivi gravi … quindi di cosa stiamo continuando a parlare ? se fanno vera Giustizia  il passo successivo al ricorso questa volta del Palermo è che che i rosanero ottengano nuovamente la serie A con una vittoria a tavolino per 0-3 e se ne escono alla grande togliendo il Palermo che invece sarebbe sempre interessato alle vicende del Parma e del Chievo ….. in entrambe delle quali il Palermo ha una situazione assolutamente favorevole ….

stirpe-minaccia

Opinione generale dei detrattori, corvi e nemici del Palermo sotto forma di finti tifosi rosanero è che non faranno niente dando per scontato che truccheranno le carte ancora e …  per una volta non posso non essere, almeno questa volta, che d’accordo con loro … vista la prima sentenza contro il reclamo del Palermo … ma devo prendere atto che qualcosa nella sentenza sul ricorso alla sentenza del Frosinone , ha aperto altri scenari, e che si possa arrivare alla verità e modificare la sentenza in riconoscimento dei fatti che tutta Italia hanno visto e censurato e dare la vittoria per 0-3  a tavolino al Palermo e la serie A … ed è quà che il mio inguaribile ottimismo prevale nel credere che alla fine la Giustizia trionferà per cui non posso non continuare a credere al contrario di loro che alla fine il Palermo verrà promosso in A e questo sarà come ultimo atto il finale .

Se dovessero truffarci nuovamente  e loro avere ragione se fossi Zamparini ed il Palermo porterei questa vicenda davanti ad il giudice ordinario ma anche fino  alla Corte internazionale di Giustizia per svergognare tutto il sistema che se dovesse succedere di non riconoscerci le giuste ragioni vorrebbe dire che è responsabile diretto, colpevole e complice.

Corte internazionale di giustizia
Seal of the International Court of Justice.png
International Court of Justice.jpg

Il palazzo della Pace all’Aia, sede della CIG

Istituito 1945
Presidente Ronny Abraham
Vicepresidente Abdulqawi Yusuf
Sede Paesi Bassi L’Aia
Indirizzo Carnegieplein 2
Sito web

La Corte internazionale di giustizia, noto anche con il nome di Tribunale internazionale dell’Aia, spesso indicata con l’acronimo CIG (in franceseCour internationale de justice, CIJ, in ingleseInternational Court of Justice, ICJ), è il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite. Ha sede nel Palazzo della Pace all’AiaPaesi Bassi.