Serie A.Plusvalenze fittizie A, coinvolti 5 club e 36 calciatori.

calcioscommesse logo con soldi e pallone-1440x564_c

Serie A – Sarà un anno interminabile di sorprese e ribaltoni  in grado di cambiare volto al massimo torneo italiano. La situazione più delicata è quella che riguarda il Chievo, la Procura ha già chiesto 15 punti di penalizzazione da scontare nella scorsa stagione e quindi la retrocessione in serie B, nel mirino sono finite le plusvalenze fittizie realizzate con il Cesena, 15 operazioni per un totale di 30 calciatori il cui valore di mercato è stato ‘gonfiato’, nel mirino sono finite le iscrizioni al campionato del club per ben tre stagioni.

Adesso il Chievo rischia seriamente le retrocessione in Serie B così come , se non imbrogliano come nel caso della partita fra Frosinone e Palermo, il Parma  per gli sms inviati dall’attaccante Calaiò agli avversari dello Spezia, la richiesta è stata -2 punti nella scorsa stagione e quindi retrocessione in B e qualora la pena non fosse afflittiva , ma lo è , nel campionato in corso in alternativa -6 da scontare nel prossimo campionato di A che solo truccando le carte e truffando la legge potrebbe essere presa in considerazione se come sostiene il generale Cataldi esiste una lobby all’interno delle Federazioni che usa le leggi a suo piacimento vedi caso FederDanza.
Ma tornando al Chievo i casi in esame riguardano le plusvalenza fittizie. Pietro Borgogna passò dal Chievo al Cesena per 4 milioni di euro, per la Procura il valore di mercato si aggira sui 50 mila euro, situazioni dello stesso tipo per calciatori come Filippo Zambelli, Carlo Alberto Tosi, Lorenzo Placidi, Mattia Cantarelli o Francesco Zoppi.

chievo-10

Ma non è tutto nel mirino sono finite anche alcune operazioni realizzate dall’Inter. Il club nerazzurro doveva chiudere entro il 30 giugno con plusvalenze di almeno 45 milioni di euro, molti dei 51 milioni realizzati sono stati effettuati tramite cessioni di giovani calciatori, anche in questo caso molte operazioni sembrano ‘gonfiate’.

Questo il bilancio presentato dall’Inter con tutte le operazioni di cui alcune regolari .

Nome giocatore Valore a bilancio del 30/06/2018 Valore cessione Plusvalenza Squadra acquirente
Jens Odgaard 1.175.000 € 5.000.000 € 3.875.000 € Sassuolo
Jonathan Biabiany 0 € (parametro zero) 1.500.000 € 1.500.000€ Parma
Davide Bettella 0 € (settore giovanile) 7.000.000 € 7.000.000€ Atalanta
Marco Carraro 0 € (settore giovanile) 5.000.000 € 5.000.000€ Atalanta
Geoffrey Kondogbia* 17.200.000 € 25.000.000 € 2.500.000€ Valencia
Davide Santon 1.200.000 € 9.500.000 € 8.300.000€ Roma
Nicolò Zaniolo 1.440.000 € 4.500.000 € 3.060.000€ Roma
Andrei Radu** 0 € (settore giovanile) 7.500.000 € 7.500.000€ Genoa
Federico Valietti 0 € (settore giovanile) 7.500.000 € 7.500.000€ Genoa
Yuto Nagatomo 260.000 € 3.000.000 € 2.740.000€ Galatasaray
Rey Manaj** 400.000 € 2.000.000 € 1.600.000€ Albacete

Totale: 50.575.000 €

In particolar modo trasferimento effettuati con Atalanta, Sassuolo e Genoa che ora sono coinvolte anche loro e se risultassero colpevoli a seconda della penalizzazione richiesta potrebbero anche rischiare di retrocedere in serie B.
Il trucco è semplicemente spiegato: la plusvalenza (incremento di valore tra prima e dopo la cessione del giocatore) si mette a bilancio subito, il costo del giocatore invece si può ammortizzare negli anni.

Questo grazie al Decreto Salvacalcio (L. 27/2003), che permetteva a tutte le società sportive professionistiche di “spalmare” in dieci anni le proprie perdite di valore (poi la Commissione Europea portò a 5 anni il limite).

Classifica 2017-18

Juventus 95
Napoli 91
Roma 77
Inter 72
Lazio 72
Milan 64
Atalanta 60
Fiorentina 57
Torino 54
Sampdoria 54
Sassuolo 43
Genoa 41
Chievo Verona 40
Udinese 40
Bologna 39
Cagliari 39
Spal      38
Crotone 35
Hellas Verona 25
Benevento 21